Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Adempimenti a cura del notaio/Area Dipendenti/Disposizioni

Da Camera di Commercio di Milano.


  • Atti pubblici e scritture private autenticate

    La formula di autenticazione apposta sulla copia digitale dell’atto, oltre che essere visibile a video in fase di istruttoria della pratica, deve poter essere stampabile e visibile sulla stampa del documento; in caso contrario occorre chiedere all’utente di reinviare l’atto con la dichiarazione stampabile.



  • Sottoscrizione della distinta Fedra per il deposito degli atti notarili

    Nella fase di istruttoria delle domande presentate è importante verificare sempre che le stesse (ed i relativi allegati) siano sottoscritte mediante dispositivo di firma digitale e che il certificato qualificato, che rende valida la firma digitale, non sia scaduto al momento della loro presentazione.



  • Verbale postumo

    In caso di pratica da sanzionare, considerando la particolarità del deposito, occorre seguire le seguenti istruzioni nella compilazione della schermata “Impresa Sanzionabile” del programma Prosa:

    1. deve essere cancellato il contenuto presente nel campo “Documento Evento”, inserendo al suo posto la descrizione dell’evento sanzionabile, la data di effetto e il codice atto relativo (ad es. “nomina liquidatore con effetto 29/11/2007 – codice atto A09”);

    2. nel campo “Data Corretta” deve essere inserita una data successiva di trenta giorni rispetto alla data effetto (ad es. data effetto 29/11/2007 – data corretta 29/12/2007);

    nel campo “Note” occorre inserire la seguente precisazione: “Sanzione emessa su verbale postumo – la data effetto da considerare è ….. (data effetto)”.



  • Diritto annuale

    Se l’utente contesta l’avvenuto addebito del diritto annuale perché ha già pagato con altre modalità o perché vuole pagare in un secondo momento, deve essere rettificato l’importo in ricevuta.