Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Apertura di un magazzino generale/Contenuti

Da Camera di Commercio di Milano.

Le imprese che vogliono istituire ed esercitare un magazzino generale devono presentare al Ministero dello Sviluppo economico, ai sensi dell'articolo 25 comma 3 del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 5, per il tramite del registro delle imprese, che trasmette anche allo sportello unico per le attività produttive ( SUAP) , la segnalazione certificata di inizio dell'attività ( SCIA).

Il legislatore ha previsto che la SCIA sia trasmessa, contestualmente alla Comunicazione unica, all’ufficio del Registro delle imprese della CCIAA competente per territorio che immediatamente la trasmette al SUAP e, per il tramite di questo, al Ministero dello Sviluppo economico, che è chiamato alla verifica dei requisiti.

Ogni segnalazione di inizio, modifica o cessazione dell’attività di magazzino generale deve essere trasmessa unicamente'attraverso la sopra indicata procedura'; il Ministero non potrà accettare SCIA ad esso direttamente trasmesse.

Trovano applicazione anche ai magazzini generali i requisiti morali previsti per l’esercizio delle attività commerciali ai sensi dell’art. 71 del D.lgs. 26 marzo 2010, n. 59 ( art. 18 comma 7 del D.lgs. n. 147/2012).

All’ apertura di un magazzino generale, quindi, l’esercente dovrà dichiarare il possesso dei requisiti di onorabilità  e che non sussistano cause di divieto, di decadenza o di sospensione  di cui all’art. 67 del decreto legislativo n. 159 del 6 settembre 2011.

L'esercizio dell'attività di magazzini generali è soggetto al possesso di una serie di requisiti esplicitamente previsti dalla disciplina di settore e la SCIA, in fase di avvio, deve essere corredata da documenti e dichiarazioni sostitutive (incluse quelle relative al possesso dei requisiti morali previsti per l’esercizio delle attività commerciali ai sensi dell’art. 71 del D.lgs. 26 marzo 2010, n. 59 ( art. 18 comma 7 del D.lgs. n. 147/2012).

In caso di comunicazione di apertura di un magazzino generale attraverso l'utilizzo del portale www.impresainungiorno.gov.it le dichiarazioni sostitutive, sia previste dal modello di SCIA ministeriale sia relative al possesso dei requisiti morali previsti per l’esercizio delle attività commerciali ai sensi dell’art. 71 del D.lgs. 26 marzo 2010, n. 59 ( art. 18 comma 7 del D.lgs. n. 147/2012), sono già comprese nel modulo informatico di segnalazione certificata di inizio attività.


Approvazione articolo In bozzaIn verificaIn supervisioneApprovato