Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Apertura di unita' locali (UFFICI DI RAPPRESENTANZA in genere) da parte di societa' costituite all'estero (SOCIETA' STRANIERA)

Da Camera di Commercio di Milano.

Adempimenti RI/REA


Apertura della prima unità locale in Italia


TERMINE:

30 giorni dall'apertura dell' UL


OBBLIGATO AL DEPOSITO:

il legale rappresentante della società estera


MODULISTICA E COMPILAZIONE

  • Modello R (compilato esclusivamente ai riquadri obbligatori e al campo 6 SCOPO E OGGETTO DELL’IMPRESA ESTERA)
  • Un modello Int. P relativo al legale rappresentante dell’impresa estera
  • Modello UL selezionando l’opzione “apertura”
  • Distinta Fedra firmata digitalmente come indicato nel paragrafo Sottoscrizione della distinta Fedra delle “Avvertenze”


AVVERTENZE DEL PRONTUARIO:




Allegati


Certificato dell’ente estero preposto

Certificato dell’ente estero preposto alla tenuta del Registro Imprese con traduzione in lingua italiana, eseguita da un perito ed asseverata in Tribunale scansionato e firmato digitalmente dall’obbligato oppure, per i paesi extra comunitari, dichiarazione di esistenza della società rilasciata dall’Ambasciata italiana scansionata e firmata digitalmente dall’obbligato.


Costi





Poni un quesito da aggiungere a questa pagina

Per poter utilizzare questa funzione devi effettuare l'accesso al Wiki. Se non hai ancora l'accesso: Registrati.


FAQ

Nessun contenuto disponibile.



Come fare


  • Autorizzare l'annullamento di una pratica sospesa o non ancora gestita/evasa dall'operatore telematico
    L'autorizzazione all'archiviazione delle pratiche telematiche sospese o non ancora gestite/evase, nel caso in cui chi intende autorizzare l'achiviazione riesca ad accedere alla pratica, può essere inoltrata tramite il "diario messaggi", all'interno della funzione di “Gestione Correzioni” della pratica stessa.

    Il testo dell'autorizzazione deve contenere le seguenti informazioni:
    • dati anagrafici del richiedente (nome e cognome)
    • in qualità di .... (legale rappresentante/titolare/notaio/procuratore speciale/commercialista incaricato/intermediario)
    • estremi della pratica di cui si autorizza l'archiviazione (va indicato il protocollo/anno o il numero di scheda pratica/codice pratica; se sono presenti più schede da archiviare, deve essere indicato il loro numero o il relativo codice pratica)
    • motivo dell'autorizzazione all'archiviazione (es. errato invio, pratica non regolarizzabile in quanto...).

    Se invece, chi intende autorizzare l'archiviazione della pratica telematica non riesc ad accedere alla pratica stessa dall'ambiente Telemaco, dovrà compilare in tutte le sue parti l'apposito modulo MO-DA21 - Modulo per autorizzazione all'archiviazione di pratica telematica presentata (e non ancora evasa) e successivamente inviarlo, dalla propria casella PEC, all'indirizzo PEC della CCIAA di Milano (protocollo.cciaa@mi.legalmail.camcom.it). 

    Per le pratiche telematiche già protocollate ed istruite e anche per quelle protocollate automaticamente non sono rimborsabili diritti e bolli.


  • Presentare modelli di rettifica di denunce o atti già registrati nel RI
    Per rettificare un’informazione errata contenuta nelle visure camerali occorre depositare un nuovo modello a rettifica del precedente erroneamente gestito.
    Per es. in caso di correzione di un mod.S5 occorre presentare un nuovo mod.S5 ecc. Le uniche eccezioni sono: in caso di correzione di mod.S1, presentare un mod.S2; in caso di correzione di un mod.I1, presentare un I2.
    Il nuovo modello deve essere compilato nel solo campo relativo al dato errato. Deve essere inoltre compilato anche il mod.XX-Note indicando il motivo della rettifica ed il protocollo precedente errato.
    Diritti di segreteria: € 30 per le società e € 18 per le imprese individuali.
    Per il deposito dei modelli di rettifica non deve essere prenotato alcun codice atto.


  • Dimensione e risoluzione file da allegare
    Per evitare il blocco dell'inoltro delle pratiche che contengono allegati di dimensioni troppo elevate, segnaliamo che:
    - gli allegati non devono avere dimensioni di più di 200 kbyte per pagina
    - la dimensione complessiva del deposito non può superare 9 megabyte
    - lo scanner deve essere impostato a risoluzioni non superiori a  100 - 200 dpi e, soprattutto, deve essere ridotto il numero dei colori (ne sono sufficienti due per un foglio in bianco e nero)



Casi particolari


L’esatta sequenza dei modelli deve essere R-UL-P. I dati riportati nel modello R si riferiscono sempre ed esclusivamente alla società estera (non all’ufficio di rappresentanza)

Per la nomina del Rappresentante in Italia il modello Int. P deve essere compilato al riquadro 3 selezionando la carica LER (Legale rappresentante) in quanto la nuova versione di Fedra non prevede più la carica RIT (Rappresentante in Italia).Non deve essere compilato il riquadro 5 dell’Int. P perchè per le cariche REA non è prevista la gestione dei poteri.

Cittadini extracomunitari





Approfondimenti


Le società straniere
(Ottobre 2006)

Ufficio di rappresentanza
L'Ufficio di rappresentanza (UR) costituisce la più snella forma di penetrazione diretta sul mercato estero. Esso infatti consente di promuoversi direttamente sul territorio, con bassi costi di costituzione, gestione e senza acquisire soggettività tributaria nel Paese straniero.
L'UR  svolge una funzione ausiliaria e preparatoria per l'azienda sul mercato estero:
- svolge attività promozionali e pubblicitarie
- di raccolta di informazioni, di ricerca scientifica o di mercato
- non svolge attività produttive o commerciali in senso proprio.
Pertanto, l'UR non esercitando direttamente alcuna attività imprenditoriale (di produzione o di vendita), costituisce un semplice centro di costo.
L'UR non producendo alcun reddito, non è qualificabile neppure come stabile organizzazione per cui lo stesso non soggiace agli obblighi previsti per le sedi secondarie. Tuttavia rimane l'obbligo di pubblicità nel Repertorio Economico Amministrativo (REA).











Attenzione a


Le Imprese costituite all'estero

Le imprese costituite all'estero e operanti in Italia devono allegare un atto rilasciato dalla competente autorità locale (e legalizzato dal consolato italiano del luogo ove è la sede principale se società extra-comunitaria), dal quale si possano desumere gli elementi principali dell’impresa. L’allegato , qualora non sia già redatto in lingua italiana, deve essere accompagnato da una traduzione giurata effettuata da un perito nominato dal Tribunale o dal Consolato. A seconda dell’attività svolta nell’UL si provvederà alla richiesta della stessa documentazione prevista per le ditte italiane. Bisogna differenziare i casi di istituzione di sede secondaria o di ufficio di rappresentanza; nel 1’ caso l’impresa si iscrive nel R.I. e può essere iscritta inattiva; nel 2° caso siamo in presenza di un ufficio che effettua un’attività di PROMOZIONE o anche un negozio, comunque una sede operativa dipendente dalla attività della sede. La denuncia deve essere presentata da colui che funge da rappresentante legale per l’Italia o da un rappresentante / preposto (RIT) appositamente nominato. Si fa notare quindi che non è più obbligatorio allegare la delibera di istituzione dell’ufficio di rappresentanza, bensì la sola nomina di terza persona (rappresentante in Italia) responsabile dell’ufficio di rappresentanza. Nello specifico la data di inizio da indicare nel modello UL è quella di effettiva apertura dell’UL data che può essere diversa da quella di nomina del rappresentante. Anche nel caso di modifiche o cessazioni dell’ufficio è il rappresentante/preposto che ha il potere di farlo senza dimostrare alcunché; così come nel caso di ulteriore apertura di altro ufficio sempre della stessa società straniera si denuncia con un modulo UL ed eventuale int.P per la nomina di altro (PES) preposto per l’altro ufficio con la relativa nomina tradotta. Quindi riassumendo: Apertura della prima unità locale in Italia di rappresentanza

TERMINE: 30 GIORNI DALLA DATA DI APERTURA DELL'UL

(che può non coincidere con la nomina del rappresentante che può essere anche precedente all’avvio della attività promozionale).

OBBLIGATO AL DEPOSITO:

il legale rappresentante (in Italia) della società estera

• Modello R (per indicare i dati della società straniera compilato ai campi 1-3-3b-4-6)

• Modello UL (compilato ai campi a1-a2-a4)

• Un modello Int. P relativo al legale rappresentante in Italia (RIT compilato ai campi 1-2-7)

• Distinta Fedra firmata digitalmente

Allegati

- Certificato dell'ente estero preposto alla tenuta del Registro Imprese con traduzione in lingua italiana, eseguita da un perito ed asseverata in Tribunale, scansionato e firmato digitalmente dall'obbligato oppure, per i paesi extra comunitari, dichiarazione di esistenza della società rilasciata dall'Ambasciata italiana scansionata e firmata digitalmente dall'obbligato; delibera/atto di nomina del Rappresentante legale in Italia con traduzione in lingua italiana eseguita da un perito ed asseverata dal Tribunale o dal Consolato.

 

 




Adempimenti verso altre pubbliche amministrazioni


INPS MODELLI
Adempimento rilevante?

SI

A condizione che vengano assunti dipendenti e/o siano presenti soggetti iscrivibili alla gestione artigiani e commercianti
Si vedano gli Adempimenti per l'INPS nelle Avvertenze


INAIL MODELLI
Adempimento rilevante?

SI Denuncia di iscrizione


AGENZIA DELLE ENTRATE MODELLI
Adempimento rilevante?

SI AA7/10 quadri A, B, G







La tua opinione

Le informazioni in questa pagina sono state utili ?
Giudizio
Adeguate
 
 
25%
Migliorabili
 
 
17%
Inadeguate
 
 
53%