Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Cancellazione al termine della liquidazione di un Consorzio con attivita' esterna/Allegati

Da Camera di Commercio di Milano.

La cancellazione deve essere richiesta dal liquidatore, approvato il bilancio finale di liquidazione e il riparto.

Tale approvazione può essere tacita o espressa.

APPROVAZIONE TACITA 

Il bilancio e il piano di riparto comunicati dal liquidatore ai consorziati mediante raccomandata si intendono approvati se non sono stati impugnati nel termine di due mesi dalla comunicazione.

In questo caso il liquidatore richiedere la cancellazione dopo il decorso del termine di due mesi dalla comunicazione del piano di riparto ai consorziati 

Per attestare detta condizione il liquidatore deve compilare il quadro 6A rigo 1 del mod. S3 indicando la data in cui ha comunicato il piano di riparto ai consorziati.

APPROVAZIONE ESPRESSA 

Il liquidatore può richiedere la cancellazione prima del termine di due mesi dalla comunicazione del piano di riparto ai consorziati quando l’approvazione degli stessi sia stata manifestata:

  • con apposita dichiarazione liberatoria di tutti i consorziati e registrata all’Ufficio del Registro nel caso vi sia un riparto attivo a favore dei consorziati
  • con verbale di assemblea totalitaria (presenza di tutti i consorziati) che all’unanimità approva il piano di riparto; registrato all’Ufficio del Registro nel caso in cui vi sia un riparto attivo a favore dei consorziati

Approvazione articolo In bozzaIn verificaIn supervisioneApprovato