Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.Informativa Cookie policyOK


Attendere  Elaborazione in corso, attendere prego...

Commercio su aree pubbliche (già ambulante)/Contenuti

Da Camera di Commercio di Milano.


DEFINIZIONE

Per commercio su aree pubbliche si intende l' attività effettuata in vari luoghi, senza alcuna presenza di strutture fisse, esercitata attraverso la partecipazione ai mercati cittadini, oppure tramite la concessione di un posteggio per una fiera, oppure tramite chiosco o autonegozio.

INIZIARE l'attività di commercio su aree pubbliche 

Questa attività è soggetta al rilascio di apposita autorizzazione, si consiglia, quindi, di controllare sui siti internet di ogni Comune, le modalità di rilascio delle nuove licenze. Si ricorda inoltre che, nel caso diCommercio su aree pubbliche in forma itinerante, l'attività potrà essere iniziata, anche senza il rilascio materiale della nuova autorizzazione,  trascorsi 90 giorni dalla data della consegna della domanda via PEC al SUAP, senza che il Comune abbia fatto opposizione

Nel caso di apertura di nuova attività, la licenza è da richiedersi presso il Comune di residenza del futuro imprenditore.

In caso di Subingresso in attività già esistente, occorre inviare apposita Domanda di volturazione della licenza, che potrà essere effettuata tramite l'invio di apposita domanda al Comune competente.

Si consiglia sempre di controllare i siti internet del Comune interessato, riguardo le modalità di invio della domanda di volturazione di licenze già esistenti.

Tutte le aperture di nuovi esercizi, oppure il subentro in attività già esistenti, che portino all'apertura di una nuova ditta individuale, ad attivare un'impresa individuale già iscritta come inattiva, oppure ad essere esercitata da una persona giuridica (per esempio società in nome collettivo), devono essere comunicati anche al Registro delle imprese, oppure al Repertorio Economico Amministrativo, entro 30 giorni dalla data dell'evento.

Qualora tale termine non venga rispettato, la pratica è soggetta a sanzione amministrativa per ritardata denuncia.

 

MODIFICARE l'attività di commercio su aree pubbliche

Le seguenti modifiche:

  • Modifica della sede esercizio dell’attività
  • Modifica del settore merceologico di vendita
  • Modifica della ragione sociale
  • Modifica del soggetto in possesso dei requisiti, per il commercio di generi alimentari
  • Sospensione/ripresa dell’attività
  • Cessazione di parte o totale dell’attività esercitata

devono essere comunicate al Comune sede dell’attività, tramite Segnalazione certificata, da inviarsi con le modalità più sopra ricordate.

All’atto dell’invio, qualora venga utilizzata la Comunicazione Unica, oppure entro 30 giorni dall’evento, qualora venga utilizzato il portale impresainungiorno.gov.it oppure attraverso lo  Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) messo a disposizione dei singoli Comuni, tali variazioni devono essere comunicate anche al Registro delle imprese, documentando, nel secondo caso, l’inoltro della comunicazione all’ente competente.

Qualora tale termine non venga ad essere rispettato, la pratica è soggetta a sanzione.


ATTENZIONE A

Nel caso di Commercio su aree pubbliche di generi alimentari, il titolare, un legale rappresentante, oppure un preposto, deve essere in possesso dei Requisiti professionali per l'esercizio di tali attività.


Approvazione articolo In bozzaIn verificaIn supervisioneApprovato